Un Lecce stratosferico abbatte l’Ascoli con un roboante 7 a 0.

Se ancora qualcuno non lo avesse capito, con questa vittoria, il Lecce manda un messaggio chiaro alle sue dirette avversarie per la promozione: “siamo in forma per lo sprint finale e abbiamo una gran voglia di andare in serie A”.

Un Via del Mare gremito, con il pubblico delle grandi occasioni, fa da cornice al recupero di campionato disputato ieri tra Lecce e Ascoli.

Il Lecce ci mette 4 minuti per sbloccare la partita, cross in area, La Mantia fa la sponda di testa per Tabanelli che dal limite dell’area piccola insacca col sinistro. Dopo dieci minuti arriva il raddoppio salentino con il regista Petriccione che approfitta di un assist di Mancosu e sigla il suo primo gol in campionato. Al 19’ timbra il cartellino il bomber La Mantia. Milinkovic-Savic smanaccia un cross, raccoglie il pallone Calderoni che calcia da fuori: il tiro si trasforma in un assist per l’attaccante numero 19 che apre il piattone e firma il tris a porta vuota.

Curva Lecce

Il Lecce è un fiume in piena contro un Ascoli senza diga. Tra il 24’ e il 31’ i bianconeri affondano senza possibilità di tornare a galla, subendo anche il quarto e il quinto gol prima dal capitano giallorosso Mancosu e poi da Falco che realizza un calcio di rigore. Nella ripresa, il Lecce chiude il set. Falco trova in profondità Tabanelli che si butta nello spazio e, a tu per tu con Milinkovic-Savic, sigla la doppietta. Doppietta che porta a casa anche Mancosu che al 65’ buca una ancora distratta difesa marchigiana.

Arriva così un grande successo per la squadra di mister Liverani che ormai non può più nascondersi. Il Lecce punta la serie A. Lo merita la squadra, la società e tutta la piazza giallorossa.

LECCE (4-3-1-2): Vigorito; Calderoni, Lucioni, Meccariello (66′ Riccardi), Venuti; Petriccione, Tachtsidis (70′ Felici), Tabanelli; Mancosu (cap.); Falco, La Mantia (56′ Tumminello). A disposizione: Bleve, Di Matteo, Cosenza, Arrigoni, Haye, Marino, Saraniti, Pierno, Majer. Allenatore: Liverani

ASOLI (4-3-1-2): Milinkovic Savic; Andreoni, Brosco, Padella (cap.), D’Elia; Addae, Troiano (65′ Iniguez), Cavion; Ninkovic; Ciciretti (78′ Chajia), Rosseti (70′ Baldini). A disposizione: Lanni, Valentini, Rubin, Ganz, Quaranta, Casarini, Beretta, Coly, Ardemagni. Allenatore: Vivarini

Marcatori: 4′ e 60′ Tabanelli; 16′ Petriccione; 19′ La Mantia, 24′ e 66′ Mancosu, 31′ Falco

Ammoniti: 28′ D’Elia, 55′ Meccariello, 70′ Petriccione

Arbitro: Baroni di Firenze; assistenti: Pagliardini di Arezzo, Di Gioia di Foligno, Dionisi de L’Aquila

 

Gianluigi Schito

Redazione

Salentopress.it si propone di offrire quotidianamente notizie e opinioni principalmente dal Salento. La redazione è composta da giornalisti, aspiranti tali e opinionisti, accomunati dal desiderio di contribuire al mondo dell’informazione in maniera libera, plurale, accessibile, gratuita. Salentopress.it, lego ergo sum.

Redazione ha 116 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *