Operazione Labirinto: condannati due gallipolini

GALLIPOLI – Sono due i gallipolini condannati a 7 anni nell’ambito dell’operazione antimafia “Labirinto”. Si tratta di Davide Quintana e Gabriella Scigliuzzo.

L’operazione, avviata nel 2015, ha svelato i presunti contatti tra i clan Tornese di Monteroni e Padovano di Gallipoli e ha condotto alla condanna a vario titolo di 25 persone.

È proprio grazie al monitoraggio di Davide Quintana, giovane imprenditore gallipolino, che hanno preso il via le indagini che avrebbero accettato i presunti contatti tra i due clan salentini per la gestione delle attività commerciali nel settore ittico e turistico. Gli inquirenti avrebbero accertato il sodalizio criminale tra i clan di Monteroni e Gallipoli nell’ambito di una controversia commerciale tra due attività ittiche gallipoline in cui sarebbe intervenuto un esponente monteronese per consentire al Quintana di intrattenere rapporti commerciali con alcuni fornitori.

Inoltre, secondo quanto affermato dagli inquirenti, i proventi dello spaccio nel gallipolino erano impiegati per sostenere gli esponenti dei clan detenuti in carcere.

Il tribunale ha disposto anche la confisca della società Ittica Gallipoli srl e società cooperativa “Mr. Poldo” con sede a Gallipoli.
.

Redazione

Salentopress.it si propone di offrire quotidianamente notizie e opinioni principalmente dal Salento. La redazione è composta da giornalisti, aspiranti tali e opinionisti, accomunati dal desiderio di contribuire al mondo dell’informazione in maniera libera, plurale, accessibile, gratuita. Salentopress.it, lego ergo sum.

Redazione ha 109 articoli e più. Guarda tutti gli articoli di Redazione

Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *