Fridays for Future, giovani in piazza a Lecce

LECCE – Un corteo che ha unito tantissimi giovani ha attraversato Lecce dalle 9:00 di questa mattina. Studenti e professori, giovani e meno giovani, associazioni e movimenti civici, tutti uniti per una politica climatica più ambiziosa e incisiva a livello globale, europeo e nazionale.

La manifestazione ha preso il via da Porta Napoli, per poi proseguire verso Via Palmieri, Via Vittorio Emanuele, per finire con il sit-in in Piazza Sant’Oronzo.

Fridays for Future un movimento internazionale spontaneo, nato dall’iniziativa di una giovane ragazza svedese, Greta Thunberg, che chiede azioni concrete per il clima ed un impegno serio e responsabile da parte dei governi.

Uno “sciopero globale per il clima” che ha coinvolto più di mille città in tutto il mondo, assolutamente pacifico e senza bandiere di partito.

I maggiori centri di ricerca sul clima mostrano che tra i 30 anni più caldi da quando si effettuano le registrazioni di temperatura, 25 siano successivi al 1990 (WMO). Il 2018 è stato l’ennesimo anno record per l’Italia (fonte CNR). L’artico si riscalda a velocità più che doppie rispetto al resto del pianeta e sta vedendo scomparire i suoi ghiacci marini. Il livello degli oceani si sta alzando e alcuni eventi estremi stanno intensificandosi e aumentando in frequenza.

Alla COP 21 di Parigi, 195 Paesi si sono impegnati a contenere l’aumento delle temperature medie globali sotto la soglia di 2 C° e un recente studio dell’IPCC, un organismo scientifico nominato dall’ONU, ha lanciato l’allarme sui gravi rischi di sconvolgimenti climatici se nel lungo periodo queste dovessero aumentare di 2°C anziché di 1,5 C° rispetto ai livelli preindustriali.

All’iniziativa leccese hanno aderito decine di associazioni locali: 34° Fuso, Alteramente, Alter-AZIONE, Ambientalisti anonimi, Arci Lecce, Artelica, Asd DienneAvventura, A.T.A.-P.C. LECCE, BOBOTO srl Società Benefit, Camera a Sud, Casa delle Agriculture “Tullia e Gino”, Casa Delle Donne Lecce, Casa del Popolo, Centro Culturale Crocevia, Ciàula, Clean Up Tricase, COA (Coordinamento Associazioni per l’Ambiente), Comitato No Tap, Comitato Salute e Ambiente per Lizzanello e Merine, Comitato Verde Santa Rosa, Compagnia Il piccolo teatro di pane, Conversazioni sul Futuro, Erasmus Student Network Lecce, GUS-Gruppo Umana Solidarietà Puglia, Il Formicaio, Inachis, ISAC-CNR Lecce, IT.A.CÀ (rete di 27 associazioni), Kalikardia, Laici Missionari Comboniani, La Scatola di Latta, L’Ausapieti, Lecce NaturaSaluteBenessere, Lecce Vegan, Liceo Marcelline, LINK Lecce, Made for Walking, Masseria Miele Circolo Arci, Mujimuné, Officine Cittadine, Pollicini Verdi Agriludoterra Aps, Rebike Altermobility, Rete di Associazioni – Insieme per l’Ambiente e il Territorio, Studenti Indipendenti, Swap Museum, Tela-Artisti in Comune, Terrà e Libertà Martano, UDS Lecce, Vulcanicamente, WWF Salento, Zei Spazio Sociale.

Infine i movimenti civici e partiti presenti: CIME regionale (Comitato Italiano movimento Europeo), Idea per Lecce, Lecce Bene Comune, Lecce Città Pubblica, Una buona storia per Lecce, Movimento Civico per Lecce, +Europa, Potere al Popolo, Sinistra Italiana Salento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *